Martedi, 19 Giugno 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

I nuovi dati restano positivi, indicando un'accelerazione della crescita nel secondo trimestre, mentre il mercato del lavoro rimane solido. Venerdì scorso i dati sull'occupazione sono stati positivi in tutti i settori. Non solo la crescita dei payroll è aumentata di un ottimo 223K il mese scorso, ma il tasso di disoccupazione è sceso al 3,754%, la cifra più bassa (senza arrotondamenti) dal 1969.

Published in ECO HIGHLIGHT

I sondaggi relativi alle imprese per il mese di maggio mostrano un certo rallentamento dell'attività economica, indicando una crescita aggregata del PIL del 2% in questo trimestre - una lettura comunque ancora solida. Guardando ai PMI composite, osserviamo che i cali relativamente consistenti in Germania (-1,5 punti) e Francia (-2,4 punti) sono in contrasto con il resto della regione,

Published in ECO HIGHLIGHT

Nell’area Euro l’inflazione continua a mantenersi a livelli bassi. Lo scorso mese, l’inflazione core si è attestata al solo 0,7% a/a, un dato sicuramente deludente per la Banca Centrale Europea. Nel dettaglio, considerando le diverse categorie, mentre l’inflazione dei servizi resta stabile (all’1,2%),

Published in ECO HIGHLIGHT

Le materie prime hanno sovraperformato, supportate dalla situazione geopolitica in diversi Paesi produttori di petrolio. Il Brent è aumentato a 75 dollari al barile, raggiungendo il suo massimo livello dal 2014. Abbiamo posizioni overweight sui metalli e sul settore minerario, che rispecchiano la nostra visione positiva sulle materie prime e sul ciclo economico.

Published in OPINIONI

È probabile che la Federal Reserve continui ad aumentare i tassi d’interesse - anche nella prossima riunione di giugno - e l'ultimo rapporto sul mercato del lavoro è in linea con questa view. La scorsa settimana, la Fed ha apportato solo piccoli aggiustamenti al suo programma di politica monetaria,

Published in ECO HIGHLIGHT

Riteniamo probabile che la Bank of England si manterrà prudente e si asterrà dall’aumentare i tassi d’interesse nel meeting della prossima settimana, dal momento che i dati economici risultano deboli e i sondaggi non suggeriscono alcun miglioramento imminente.

Published in ECONOMIA

Gli ultimi dati relativi all’inflazione di marzo indicano che questa ha raggiunto il suo massimo dall’inizio dell’anno, ed è probabile che si stabilizzi ai bassi livelli attuali. Osservando i dati di marzo, notiamo che l’indicatore core più utilizzato dalla Bank of Japan (vale a dire l’inflazione headline al netto dei prezzi dei prodotti alimentari freschi e dell’energia) si è attestato allo 0,5% a/a, una lettura invariata.

Published in ECONOMIA

È improbabile che le restrizioni commerciali decise di recente cambino il nostro scenario di base che prevede un’attività economica globale solida e in continua espansione oltre a una crescita globale prossima al 4%. Nel dettaglio, l’impatto diretto dei dazi stabiliti dall’amministrazione USA e dal governo cinese è solo di second’ordine.

Published in OPINIONI

I mercati emergenti, a nostro avviso, assumeranno un ruolo di leadership a livello mondiale grazie a fondamentali costantemente solidi. A livello macro, inoltre, per quanto riguarda i pericoli di una guerra commerciale, non bisogna farsi prendere dal panico.

Published in ECO PRIMO PIANO

A marzo dopo che l’amministrazione Trump ha parlato di aumentare le tariffe contro i partner commerciali degli USA, in particolare la Cina, e anche a causa di alcune questioni normative relative al settore tecnologico, i mercati hanno subito una flessione. Dopo aver raggiunto una media dell'11% dal 2017, da febbraio la volatilità implicita sul mercato azionario si è attestata intorno al 20%.

Published in ECONOMIA
Pagina 1 di 11

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni