Martedi, 21 Agosto 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

Le materie prime hanno sovraperformato, supportate dalla situazione geopolitica in diversi Paesi produttori di petrolio. Il Brent è aumentato a 75 dollari al barile, raggiungendo il suo massimo livello dal 2014. Abbiamo posizioni overweight sui metalli e sul settore minerario, che rispecchiano la nostra visione positiva sulle materie prime e sul ciclo economico.

Published in OPINIONI

I tagli all’offerta dell’OPEC stanno riducendo l’eccesso di scorte e facendo schizzare alle stelle i prezzi dell’oro nero, mantenendo il mercato in backwardation per i future sul petrolio. L’attesa diminuzione dell’offerta nel 2018 probabilmente garantirà prezzi alti e al disopra del trend. Non tutti i prezzi del petrolio seguono però lo stesso andamento.

Published in MERC HIGHLIGHT

In seguito all’accordo tra OPEC e Paesi non OPEC sul taglio della produzione di petrolio, il Brent è salito. Tuttavia, il mercato subisce ancora il crescente rischio che l’offerta statunitense aumenti e risente di un indebolimento dell’ottimismo circa un’eventuale estensione dell’accordo OPEC/non OPEC.

Published in ECO HIGHLIGHT

Una ripresa della produzione di petrolio di scisto americano più rapida del previsto e un incremento delle scorte statunitensi tra gennaio e febbraio hanno generato una correzione del prezzo del petrolio nelle ultime due settimane.

Published in OPINIONI

Il Brent fatica a muoversi oltre i 57 dollari al barile dal suo rally dello scorso novembre, quando è aumentato di 10,10 dollari a barile. Il mercato si è fatto “piatto come un pancake” come ha detto il cfo di BP, Brian Gilvary.

Published in ECO PRIMO PIANO

Dall’accordo dell’OPEC raggiunto a novembre, i mercati petroliferi si stanno dirigendo verso nuovi massimi. L’OPEC ha accettato di tagliare la propria produzione di 1,2 milioni di barili al giorno rispetto ai livelli di ottobre passando a 32,7 milioni di barili al giorno per sei mesi a partire da gennaio.

Published in OPINIONI

La corona norvegese si è rivalutata nei confronti dell’euro, dopo la risalita del prezzo del petrolio iniziata un anno fa. Tre fattori dovrebbero continuare ad aiutare la valuta norvegese: la correlazione elevata tra la coppia valutaria (corona norvegese/euro) e il prezzo del petrolio, i fondamentali favorevoli ai prezzi del petrolio e l’accelerazione della crescita globale. 

Published in OPINIONI
WisdomTree Europe, emittente di Exchange Traded Fund (Etf) ed Exchange Traded Product (Etp) quota due nuovi Etp sul Brent a leva tripla long e leva tripla short in Borsa Italiana.
Published in Etp

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni