Martedi, 25 Settembre 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

DAZI: oggi son partiti i dazi USA su 200 Mld$ di beni importati dalla Cina con aliquota al 10%, a fronte di dazi cinesi su 60Mld$ di beni che entreranno anche essi in vigore oggi La Cina, attraverso l’agenzia di stampa Xinhua ha fatto sapere l’intenzione di non volere partecipare ai negoziati previsti questa settimana sul tema dazi, visto il clima di minaccia in essere (gli Usa minacciano dazi su altri 267Mld$ di beni).

Published in INVESTIMENTI

L'annuncio da parte degli Stati Uniti di tariffe del 10% su ulteriori 200 miliardi di dollari in esportazioni cinesi negli USA è stato politicamente astuto e suggerisce uno spostamento delle tensioni commerciali dalla rappresaglia ad un confronto più strategico.

Published in ECO PRIMO PIANO

La Cina reagisce ai dazi di Trump ma in modo composto, semplicemente mettendo in pratica la minaccia che aveva già preannunciato, ossia dazi su altri 60Mld$ di beni con aliquota molto bassa. La moderazione cinese è quello che ha soprattutto impressionato i mercati. L’aspetto più evidente è stato il fatto che questa volta la Cina non ha proceduto a svalutare lo yuan.

Published in ECONOMIA

ITALIA: stando ad indiscrezioni di stampa, il ministro Tria parteciperà oggi all’Eurogruppo informale a Vienna ribadendo l’intenzione di non forare l’1,6% in termini di deficit/PIL, un livello inferiore all’1,7% previsto dalla Commissione europea per il 2018 ed il 2019 nelle ultime previsioni pubblicate la scorsa primavera

Published in MERC HIGHLIGHT

Un’altra settimana all’insegna della guerra commerciale, contrassegnata per giunta da un’altra flessione dei mercati azionari e dal profilarsi di nuove preoccupazioni per una possibile escalation delle tensioni… Eppure, era iniziata piuttosto bene!

Published in ECO HIGHLIGHT

Spesso mi chiedono quale sia a mio parere la minaccia maggiore che grava sul trend rialzista del mercato azionario degli Stati uniti. I tassi di interesse in salita? L’inflazione? Una possibile regolamentazione per i FAANG? Sebbene questi elementi pongano tutti rischi potenziali sulla forza degli utili,

Published in ECO PRIMO PIANO

Nel primo trimestre del 2018, la crescita nella zona euro è stata moderata dopo un boom nel quarto trimestre del 2017; le tensioni politiche e commerciali hanno aggravato le incertezze sulle prospettive. Nel vecchio continente, il settore del manifatturiero e quello dell’export sono i più esposti alle sanzioni commerciali;

Published in OPINIONI

Due mesi fa avevamo adottato un atteggiamento prudente nei confronti del mercato azionario, al fine di limitare la nostra esposizione, mentre si preparavano le condizioni per una guerra commerciale. Al di là di questa opzione tattica, la nostra opinione fondamentale in merito alle prospettive di crescita delle azioni nella zona euro restava positiva.

Published in INVESTIMENTI

Le perdite sui mercati azionari dei paesi emergenti sono continuate a giugno, guadagnando sia slancio che ampiezza. L’indice MSCI EM è sceso di oltre il 4% e alla fine del primo semestre è sceso di quasi l'8% rispetto a inizio anno. Dal suo massimo a gennaio ha addirittura perso circa il 16%.

Published in ECONOMIA
Mercoledì, 25 Luglio 2018 12:32

Obbligazionario a rischio surriscaldamento?

Gli anni passati sono stati dominati dai tagli dei tassi operati dalle banche centrali, mentre il 2018 finora è stato più equilibrato, con un numero pressoché identico di rialzi e di tagli del costo del denaro a livello globale. L’era delle politiche ultra-accomodanti è giunta al termine.

Published in OPINIONI
Pagina 1 di 4

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni