Mercoledi, 22 Agosto 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

La marcia silenziosa delle cedole. L'analisi

Scritto da Lunedì, 30 Luglio 2018 16:04

Leggendo continuamente notizie sul calo dei prezzi delle obbligazioni, è facile dimenticare che il rendimento di un portafoglio obbligazionario è fatto sia del movimento dei prezzi sia dei pagamenti delle cedole che maturano nel tempo. Soprattutto in un anno come questo, con performance YTD aggregate perlopiù negative su quasi tutti i mercati dei crediti.

“I mercati emergenti dell’Asia si sono stabilizzati nell’ultimo periodo, grazie anche all’arresto della tendenza rialzista del dollaro USA. Continuamo dunque a considerare attrattive le valutazioni sulla regione”. È l’analisi di Marcel Zimmermann, gestore del fondo 5 stelle Morningstar Lemanik Asian Opportunity, fra i best performer nel 2017 (+20%).

Dato che i temi in ambito ambientale, sociale e di governance (ESG) diventano sempre più importanti per gli investitori, le società devono intensificare gli sforzi per divulgare i dati che rientrano nei punteggi ESG elaborati da terzi, altrimenti rischiano di perdere i capitali degli investitori.

In un contesto di mercato che vede i flussi di capitale di tutto il mondo dirigersi verso gli Stati Uniti, in concomitanza con un rallentamento sempre più atteso e visibile della crescita economica e mondiale, il Gruppo di lavoro Panel Strategist di AIAF – Associazione Italiana per l’Analisi Finanziaria – ha presentato il Portafoglio Ottimizzato per il terzo trimestre dell’anno.

L’indebolimento delle valute dei mercati emergenti da marzo è dovuto alla ripresa del dollaro. Tuttavia, questi mercati stanno ancora beneficiando della crescita sincronizzata dell'economia globale. Questo slancio offre una buona opportunità per tornare a investire in questa asset class. Il 2018 è iniziato bene per i mercati emergenti, fino al picco del 20 marzo.

Sell-off debito emergente: ecco che cosa c'è alla base

Scritto da Mercoledì, 25 Luglio 2018 12:41

Come durante il taper tantrum del 2013, una causa del sell-off registrato nel debito dei mercati emergenti può essere individuata in un diverso indirizzo delle politiche degli Stati Uniti che ha alterato l’attrattività relativa degli asset del debito emergente. Nel 2013 si trattava del tapering del quantitative easing.

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni