Martedi, 21 Agosto 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

Arabia Saudita nell’indice MSCI, riflettori su Ryad

Scritto da Giovedì, 28 Giugno 2018 11:29

L'Arabia Saudita ha recentemente ottenuto un upgrade, entrando a far parte dell’indice MSCI Emerging Markets. Una volta incluso nel benchmark, tra giugno e settembre 2018, il Paese dovrebbe valere all’incirca il 3% dell'indice. Nei prossimi tre-cinque anni, prevediamo che la componente saudita dell'indice MSCI Emerging Markets potrebbe salire fino al 9-10%.

Nonostante le recenti turbolenze dovute ad alcune tensioni geopolitiche e soprattutto alle elezioni in Italia, si registra ancora una discreta crescita in Europa sul fronte macroeconomico. Il clima rimane favorevole, con un'inflazione modesta e senza eccessive pressioni salariali.

La guerra commerciale sta creando molta confusione sul mercato valutario in quanto i partecipanti stanno cercando di capire come andrà a finire. A questo punto, il dollaro americano ha beneficiato largamente di questa incertezza estendendo i guadagni contro la maggiorparte delle altre monete, con l’eccezione delle cosiddette monete-rifugio.

State Street Global Exchange ha pubblicato i risultati relativi allo State Street Investor Confidence Index® (ICI) per il mese di giugno 2018. La fiducia degli investitori a livello globale è scesa a 101,7 in calo di 2,1 punti rispetto al mese precedente.

Acquistare a prezzi bassi per rivendere a prezzi superiori è senza dubbio il principio fondamentale negli investimenti. Sfortunatamente, mettere in pratica questo principio è spesso molto difficile, dato che le valutazioni a breve termine risentono del sentiment e del momentum.

High yield Usa, ancora positivi. La previsione

Scritto da Lunedì, 25 Giugno 2018 11:01

Finché non si registreranno nuovi timori di recessione o un rallentamento dell’attività globale, riteniamo che il segmento high yield continuerà a offrire rendimenti piuttosto interessanti. L’asset class ha superato il marcato inasprimento delle condizioni monetarie avvenuto negli Stati Uniti con il rialzo dei tassi, e adesso sembra che il messaggio della Fed e quello dei mercati siano in sintonia.

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni