Venerdi, 22 Giugno 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

I rendimenti dei titoli di Stato italiani sono saliti al 3,06% negli ultimi giorni a causa del sentiment negativo nei confronti della politica italiana. Ma lo spread tra i decennali governativi italiani e tedeschi suggerisce che i mercati sono ancora lontani dal prezzare la possibilità che l’Italia abbandoni l’euro.

Nel contesto di rumori di sottofondo quali le continue scaramucce commerciali tra gli Stati Uniti e il resto del mondo, l'andamento dell'economia cinese e le tensioni geopolitiche, abbiamo dedicato un po' di tempo ad analizzare i recenti movimenti dei mercati e le implicazioni per gli attivi rischiosi.

Di seguito pubblichiamo il Fixed Income Monitor da cui si evince che il mercato primario del debito in Italia è ancora sotto pressione. A causa delle incertezze politiche e al conseguente allargamento dei rendimenti, nella settimana passata nessun emittente italiano ha approcciato il mercato con operazioni pubbliche, rimanendo in attesa di un miglior contesto di mercato per lanciare le operazioni.

Una serie di fattori concomitanti sembra destinata a rendere alcune aree del settore high yield europeo mature per gli investimenti quest'anno. Forti fondamentali creditizi, un contesto macroeconomico favorevole e un’abbondanza di nuove emissioni potrebbero presentare una serie di interessanti opportunità per gli investitori del settore.

Rally del dollaro, l’impatto sui titoli azionari

Scritto da Martedì, 29 Maggio 2018 11:08

Per la maggior parte degli ultimi due anni a dominare la scena sul fronte dei cambi è stato il deprezzamento del dollaro statunitense. Analizzando i fatti ci accorgeremo che questa tendenza ha avuto alcune conseguenze, tra cui:

Il settore energetico ha registrato un rally nel mese di aprile, favorito dall’aumento dei prezzi del petrolio sopra i $70 al barile per la prima volta dal 2014. Questa è stata una buona notizia per noi, che dall'inizio dell'anno abbiamo assunto una posizione più favorevole verso il settore.

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni