Venerdi, 22 Giugno 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

Da un punto di vista macroeconomico, la ripresa economica globale sta procedendo bene. Di recente in alcuni casi i dati economici sono stati leggermente più deboli del previsto, ma partivano da livelli molto solidi e finora non vi sono elementi per ritenere che ciò possa determinare un nuovo trend discendente.

Di seguito pubblichiamo il Barometro di giugno sui mercati e sull’asset allocation a cura della Strategy Unit di Pictet Asset Management. È stato un mese difficile per gli investitori. Dalla crisi politica italiana alle tensioni commerciali latenti tra USA e Cina, per non parlare delle brusche vendite massicce su alcune valute dei Mercati Emergenti, i motivi di preoccupazione non sono mancati.

A maggio i mercati azionari mondiali hanno mostrato una buona tenuta in considerazione del conflitto commerciale USA-Cina in corso, della crisi politica in Italia, delle tensioni geopolitiche in Medio Oriente e dei dati economici contrastanti.

La Fed ha aperto le danze mercoledì con l'annuncio di un nuovo rialzo dei tassi compresi ormai nel range 1,75% - 2,00%. Dato per scontato, il tema non è stato posto tra i punti principali all’ordine del giorno del FOMC. Ad attirare invece l’attenzione sono stati il discorso di Jerome Powell e le previsioni dei membri del FOMC, più interessanti e decisivi per i movimenti di mercato.

BT ha annunciato oggi la disponibilità per i membri di BT Radianz Cloud, una delle più grandi comunità finanziarie networked secure al mondo, dei servizi di condivisione e collaborazione di dati live di ipushpull. ipushpull, una fintech con sede a Londra,

“La pressione sui bond dell’Italia è avvenuta nonostante la Bce sia ancora impegnata nel quantitative easing e dimostra che il mercato è molto più forte delle banche centrali se decide di prendere una direzione. Le pesanti cadute sui Btp e il rischio di contagio ad altri segmenti del credito dimostrano che siamo vulnerabili come non mai a potenziali riduzioni della propensione al rischio e l’impatto sui tassi sfugge totalmente al controllo delle banche centrali”.

Pagina 1 di 235

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni