Martedi, 21 Agosto 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

Subscribe to this RSS feed INVESTIMENTI

INVESTIMENTI

 NEWS

Italia e dazi saranno le spine dei mercati in estate

Scritto da Venerdì, 20 Luglio 2018 12:34

“Gli sviluppi politici e geopolitici sono ormai diventati parte integrante dell'asset allocation. In quest’ottica, l'Italia e il commercio globale rappresentano oggi i due rischi principali per i mercati”. È l’analisi di Yves Longchamp, Head of Research di ETHENEA Independent Investors.

Union Bancaire Privée, UBP SA (UBP) ha stipulato un accordo per l’acquisizione di ACPI Investments Limited (ACPI), società indipendente di gestione degli investimenti con sede a Londra, e delle attività di ACPI IM Limited a Jersey. L’operazione è soggetta all’approvazione delle autorità regolatorie competenti e si prevede che verrà perfezionata nel quarto trimestre 2018.

I mercati azionari sono tipicamente abbastanza efficaci nell’anticipare le tendenze dell’economia sottostante. I cambiamenti repentini nei mercati sono causati da movimenti inaspettati nell’attività economica, che spesso derivano da decisioni politiche inesatte o bolle non identificate nel sistema.

Considerate le dimensioni del mercato obbligazionario onshore in Cina (11.400 miliardi di dollari) e le sue caratteristiche positive, gli investitori internazionali hanno tutto l’interesse a familiarizzare con le sue sfaccettature.

Lo studio di SEMrush dei siti web bancari mostra le ultime tendenze del traffico, la facilità di utilizzo dei dispositivi mobili, il comportamento degli utenti e la pubblicità online. La Fintech ha rivoluzionato il modo in cui le persone in tutto il mondo fanno affari, effettuano transazioni e gestiscono i loro soldi; e hanno modificato anche la forma in cui le organizzazioni finanziarie pianificano le loro strategie di marketing.

I timori riguardanti l'Italia (e l'Eurozona in generale) sono riemersi in seguito alle elezioni italiane e alla formazione del Governo. In particolare, gli asset italiani hanno patito i timori degli investitori verso le politiche europee del nuovo Governo e soprattutto l’apparente predilezione per politiche fiscali più accomodanti e predisposte ad aumenti del deficit, per mantenere promesse fatte in sede di campagna elettorale.

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni