Martedi, 21 Agosto 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

Subscribe to this RSS feed INVESTIMENTI

INVESTIMENTI

 NEWS

L’ondata di vendite che ha investito i mercati emergenti nelle ultime settimane è legata al recente apprezzamento del dollaro USA. La forza del biglietto verde suggerisce un ulteriore rialzo dei tassi di riferimento statunitensi, che a sua volta penalizza molte monete locali dei paesi emergenti – in particolare nei paesi più esposti a rischi politici.

Azionario, valutazioni interessanti fuori dagli Usa

Scritto da Mercoledì, 25 Luglio 2018 12:15

È difficile ignorare un semplice fatto: i titoli USA hanno sovraperformato l’azionario degli altri Paesi sviluppati di un ampio margine negli ultimi 102 mesi, su base triennale. Questo periodo di sottoperformance relativa offre agli investitori value buone opportunità di investimento in un contesto in cui l’azionario USA e diverse asset class risultano costose secondo tutti i criteri.

Janus Henderson Investors lancia oggi il terzo modulo della serie formativa Segnali e cortine di fumo. L’ultimo modulo pubblicato, “Operazioni rilevanti e con parti correlate”, esamina in che modo valutare le azioni societarie e le strutture locali, allo scopo di determinare le vere intenzioni degli azionisti di controllo di una società.

Oro, investire al momento giusto e nel modo migliore

Scritto da Martedì, 24 Luglio 2018 14:09

Via via che le banche centrali negli Stati Uniti e in Eurozona iniziano a porre fine alle misure monetarie non convenzionali, cresce il rischio che un qualche errore in termini di politiche possa scatenare un sell-off.  A giugno la Fed ha alzato i tassi per la seconda volta quest’anno, indicando l’intenzione di attuare altri due rialzi dello 0,25% nel corso del 2018.

Invesco ha oggi pubblicato il suo sesto Invesco Global Sovereign Asset Management Study*, un approfondito report annuale sul complesso comportamento d’investimento di fondi sovrani e banche centrali. L’evidenza principale è relativa a come le azioni abbiano superato le obbligazioni, diventano la principale asset class sul fronte delle strategie attive, passive e fattoriali.

Nei 10 anni successivi alla crisi finanziaria, i titoli growth - in particolare quelli del settore tecnologico - hanno superato di gran lunga quelli value. Ma il dibattito su quale sia lo stile di investimento che offre i migliori rendimenti sul lungo termine è lungi dall’essere chiuso. I titoli growth hanno tratto sostegno da un certo numero di fattori specifici all’attuale ciclo economico.

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni