Martedi, 19 Giugno 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

“La pressione sui bond dell’Italia è avvenuta nonostante la Bce sia ancora impegnata nel quantitative easing e dimostra che il mercato è molto più forte delle banche centrali se decide di prendere una direzione. Le pesanti cadute sui Btp e il rischio di contagio ad altri segmenti del credito dimostrano che siamo vulnerabili come non mai a potenziali riduzioni della propensione al rischio e l’impatto sui tassi sfugge totalmente al controllo delle banche centrali”.

Published in Mercati

“L'aumento dei tassi di interesse in Usa insieme al protezionismo, i rischi geopolitici, la politica imprevedibile degli Stati Uniti con la Corea del Nord stanno influenzando negativamente il sentimento del mercato globale. Ma anche la crisi istituzionale governativa in Italia ha complicato la situazione portando ad un aumento degli spread della periferia europea e a un Euro debole"

Published in INVESTIMENTI

“Il ciclo del credito al consumo americano è giunto nella classica fase di maturità ed è ora probabile che inizierà a cedere, trascinando con sé la domanda interna che finora ha sostenuto la crescita. La Cina intanto prosegue la sua strategia di contenimento del debito, vendendo Treasuries".

Published in ECO HIGHLIGHT

“Il contesto macroeconomico internazionale ha archiviato un periodo di crescita accettabile nella seconda metà del 2017. Nonostante il consenso di mercato sia convinto che sia l’inizio di una nuova fase espansiva, questo primo trimestre del 2018 evidenzia rischi di rallentamento del ciclo. La debolezza del dollaro, appena iniziata, peserà sulla crescita europea”.

Published in MERC PRIMO PIANO

"Il mercato azionario italiano nel corso del primo trimestre ha mantenuto la propria forza relativa rispetto ai principali altri listini, sia durante il rally di gennaio che nella successiva fase di correzione. Tecnicamente siamo ora in un momento più laterale, durante il quale gli investitori devono digerire gli elementi di disturbo che si stanno inserendo nello scenario"

Published in MERC HIGHLIGHT

“Durante gli ultimi tre anni, la zona asiatica ha contribuito in maniera significativa alla crescita globale e i mercati emergenti, grazie a questa spinta, rappresentano ora il 50% del prodotto interno lordo mondiale. Nei mesi a venire, attendiamo un’ulteriore rivalutazione del listino giapponese, mentre la riflazione dell’economia dovrebbe continuare, anche grazie alla buona ripresa nel settore delle materie prime”.

Published in ECONOMIA

L’economia italiana sta vivendo una ritrovata fase di crescita, ma con le elezioni del 4 marzo si aprono importanti scenari tanto per la tenuta economica del Paese quanto per quella dell’Eurozona. I gestori di Lemanik Stefano Andreani, Maurizio Novelli e Fabrizio Biondo sono d’accordo nel ritenere che per quanto siano numerose le incertezze legate alla tornata elettorale,

Published in ECONOMIA

“L’Asia sviluppata ed emergente è responsabile del 50% dell’espansione globale in corso. La crescita dell’area per il 2018-19 è prevista intorno al 6,5%, ma perché possa essere mantenuta è necessario sostenerla con ingenti investimenti nelle infrastrutture regionali. All’orizzonte permangono comunque dei rischi, legati all’indebitamento dell’economia cinese e alle tensioni geopolitiche regionali”.

Published in ECONOMIA

“Il dollaro debole che caratterizzerà il 2018 avrà diverse implicazioni. Causerà innanzitutto dei danni ai mercati azionari europei, dove oggi sono maggiormente esposte le posizioni in equity; sosterrà un generale recupero dei prezzi delle commodities e in particolare dell'oro; continuerà a sostenere i flussi verso i mercati emergenti dove, anche in caso di correzione dei mercati finanziari, si delineano a termine le migliori opportunità per gli investitori”.

Published in MERC HIGHLIGHT

“Indicatori di fiducia positivi, spread ai minimi e innalzamento del rating S&P fanno prevedere che la fase rialzista del mercato azionario italiano possa proseguire anche nel 2018”, annuncia Stefano Andreani, gestore azionario di Lemanik. Il mercato azionario italiano nel corso del 2017 ha imboccato una fase rialzista molto netta, innescata da un miglioramento generalizzato dei fondamentali.

Published in Mercati
Pagina 1 di 5

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni