Mercoledi, 22 Agosto 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

Di seguito pubblichiamo un commento di GAM sulla crescente influenza della Cina sui mercati finanziari globali, con un’analisi suddivisa per singole asset class e relative opportunità di investimento, a cura di Tim Haywood, Scilla Huang Sun, Niall Gallagher, Jian Shi Cortesi, Larry Hatheway e Michael Lai.

Published in MERC HIGHLIGHT

Il 2018 è stato finora un anno ricco di eventi per i mercati globali. Quando si considerano gli eventi chiave dell’anno, è comprensibile che ci si concentri sul ritorno della volatilità, sull’impatto di una possibile guerra commerciale o anche sulle ripercussioni dei rendimenti delle obbligazioni statunitensi a 10 anni superiori al valore soglia del 3%.

Published in ECO HIGHLIGHT

Non vediamo i recenti aumenti dei premi del credito e l’indebolimento della moneta come un segnale di deterioramento dei fondamentali nei mercati emergenti. Piuttosto, crediamo che la crescita dei tassi di interesse USA e un dollaro più forte siano d’ostacolo per l’intera asset class, e il mercato si sta focalizzando in particolare su questi fattori.

Published in ECO PRIMO PIANO

Nel contesto attuale in cui il QE sta per essere messo da parte, abbiamo un numero di posizioni all’interno della nostra strategia che stanno recuperando quello slancio non mostrato di recente sia in termini di fondamentali che della loro singola storia. Ed è in particolare l’asimmetria di tali posizionamenti che esercita un certo appeal.

Published in ECO PRIMO PIANO

I dati più interessanti per quanto riguarda la Cina sono gli afflussi verso i fondi azionari – tornati di segno positivo negli ultimi 12 mesi – e il momentum in fase di accelerazione. Questo indicatore è in netto contrasto con gli ultimi 5 anni, in cui i deflussi totali sono arrivati a 9,9 miliardi di dollari.

Published in OPINIONI

Contrariamente all’idea del presidente USA, in una guerra commerciale non ci sarebbe nessun “vincitore”. Può essere vista come l’inizio di una strategia di negoziazione, spiega Michael Lai, responsabile delle strategie azionarie Cina e Asia-Pacifico di GAM, per raggiungere qualche compromesso, ma i mercati risponderanno a un aumento dell’incertezza con un sell-off.

Published in OPINIONI

Gli Emergenti tendono ad essere considerati un’asset class omogenea ma non è assolutamente così. Esistono da sempre differenze dal punto di vista storico, geografico e culturale e lo sviluppo economico dei differenti Paesi è stato altrettanto variegato.

Published in ECO PRIMO PIANO

Le recenti dimissioni di Gary Cohn, il consigliere economico di Trump, dimostrano come il rischio politico sia diventato più importante. La preoccupazione per gli investitori è la possibilità di un passaggio degli Stati Uniti da una posizione pro-impresa (tagli alle tasse, deregolamentazione) verso una più protezionistica.

Published in ECONOMIA

Il contesto macroeconomico è al momento molto promettente per l’Eurozona. La crescita del credito è in aumento – e l’impulso creditizio è quindi positivo – ma rimane inferiore al PIL nominale, quindi il rapporto debito/PIL sta diminuendo. Questa combinazione è molto favorevole per la crescita e ci aspettiamo che questa si attesti intorno allo 0,6% (rispetto al precedente trimestre) nel Q1.

Published in ECO HIGHLIGHT

Nonostante il contesto politico argentino sia ancora di supporto crediamo che il mercato continuerà a scontare un ciclo di riforme lungo ed ortodosso nell’immediato futuro. Aspetti meno popolari, come mercato del lavoro e riforme pensionistiche continueranno ad essere gestite facendo in modo di conservare lo slancio legato ai positivi cambiamenti strutturali.

Published in ECO HIGHLIGHT
Pagina 1 di 14

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni