Venerdi, 22 Giugno 2018
Loading feeds...

Custom Logo Design

Come prepararsi alla fine del quantitative easing

Scritto da Lunedì, 24 Giugno 2013 17:34

E’ una verità universalmente accettata che negli ultimi cinque anni i mercati finanziari globali siano stati supportati da una politica monetaria ultra-espansiva. In Ignis abbiamo riflettuto a lungo sul fatto che il 2013 sarebbe stato l’anno in cui gli investitori  avrebbero dovuto iniziare a considerare il possibile impatto sui mercati finanziari del rientro di questa liquidità senza precedenti, soprattutto dagli Usa.

In attesa di una ripresa che non c’è

Scritto da Giovedì, 20 Giugno 2013 00:34

Gli ultimi dati diffusi dall’Ocse e relativi al primo trimestre 2013, mostrano un’Europa ancora in recessione (-0,1%), ma con cali che mostrano un’attenuazione. E se l’Italia rimane sempre il fanalino di coda, la Germania, invece, sembra aver schivato la recessione per imboccare, grazie ai consumi la strada della ripresa.

Peggiora ulteriormente il quadro economico italiano, con il Pil che si attesta al di sotto delle stime iniziali e la produzione industriale che fa registrare un vero e proprio tonfo. E la luce alla fine del tunnel appare sempre più lontana, a dimostrazione dell'inefficienza dell'austerity e della tassazione sui consumi.

La Bce è tecnicamente pronta a portare in territorio negativo i tassi di interesse sui depositi, attualmente a livello zero. Lo ha garantito il presidente della Bce, Mario Draghi, nel giorno in cui il board dell'Eurotower si è riunito per confermare l'attuale livello dei tassi d'interessi dell'eurozona, fermi allo 0,50 per cento.

Unicredit, via al piano di assunzioni di 500 giovani

Scritto da Mercoledì, 15 Maggio 2013 18:25

“In uno scenario economico non facile, con alti tassi di disoccupazione giovanile, abbiamo deciso di investire sull’Italia anche attraverso un piano mirato di assunzioni che prevede l’inserimento di oltre 500 giovani laureati in tutto il territorio nell’arco di 18 mesi. Vogliamo dare così un forte segnale di fiducia nel futuro e nella capacità delle nuove generazioni di giocare un ruolo per la ripresa economica del nostro paese”.

Indice Zew in rialzo ma sotto le attese

Scritto da Martedì, 14 Maggio 2013 11:47

L'indice Zew, che misura il grado di fiducia degli investitori tedeschi, sale a maggio a 36,4 punti, con un modesto incremento rispetto ad aprile (36,3 punti).

Testata registrata al tribunale di Milano, N. 40 del 14/02/2014
Direttore responsabile: Gabriele Petrucciani
Copyright © 2013 Brave Editori Srl - Tutti i diritti riservati

 

Chi siamo - Contatti - Privacy - Disclaimer - Condizioni